? RADIO LUNA MILANO


Enrico Grecchi fondatore di è lungimirante e capisce subito che il periodo delle radio libere, destrutturate ed amatoriali, avrà vita breve.
Considerato il discreto successo della sua Radio, la trasloca da Milano in nuovi studi tecnologicamente dotati in Via Lumiere 4 a Cologno Monzese,e sposa il progetto Radio Luna di Roma, rinominando l' emittente Radio Luna Milano e cominciando a trasmettere i programmi registrati nella capitale e consegnati almeno una settimana prima, su bobina.
L’etere milanese fa quindi conoscenza delle voci di Foxy John (“Hello folks, this in Foxy John, the best in town” in “stereofonia dolbyzzata”) e di Ilona Staller, il cui programma “Voulez-vous coucher avec moi”, rivolto ai “cicciolini”, è in onda alle 23.30 dal 30 ottobre 1975 e, secondo la rivista Millecanali, registra la sintonizzazione di "oltre il 45% degli apparecchi radio" nelle città dove il circuito Radio Luna è presente.
Il prodotto è indubbiamente di alta qualità, molto simile a quello RAI (e, del resto, molti conduttori vengono proprio di lì), ma forse proprio per quello guardato con sospetto dai milanesi, che avevano trovato nelle radio private un’alternativa alla stazione pubblica che parlava loro in maniera differente.
C’è poi un altro aspetto che ostacola la piena affermazione della nuova emittente milanese: i programmi di punta sono registrati e ciò in qualche modo è avvertito dagli ascoltatori che colgono la non immediatezza della trasmissione, il mancato riferimento temporale (l’ora esatta, i richiami sul tempo o sugli avvenimenti del momento, ecc.) e faticano a comprendere come in quella radio non si possano “richiedere” brani musicali, parlare in diretta con il dj o sentire l’ora esatta.
Eppoi, diciamolo francamente, l’accento romano di molti conduttori si sente marcatamente e non è gradito ad una Milano non ancora pienamente cosmopolita.
Il problema della differita e del coordinamento con tante realtà radiofoniche indipendenti eterogenee è riscontrato anche da Claudio Cecchetto, che,alla fine del 1978, aveva iniziato una collaborazione a Radio Luna Milano.
Scriveva Millecanali (n. 200/1992): "Verso la fine del 1978 Claudio si era preso una "vacanza" di riflessione ed era stato ospite per tre mesi presso la sede milanese di Radio Luna Milano, all'epoca unico significativo progetto radiofonico di respiro nazionale.
L'esperienza in questione però non rispondeva alle sue aspirazioni e quindi egli preferì tornare alle precedenti occupazioni, in attesa di tempi migliori".
Ma non è solo per questo che Enrico Grecchi vuole guardare oltre.
Milano è ormai la centrale dello smistamento della pubblicità nazionale, che comincia ad analizzare con attenzione alcune iniziative che si stanno affermando nella radiofonia, di Alberto Hazan in testa.
E Grecchi non è un gregario ma, semmai, un condottiero, tanto che, nel 1981, comincia ad organizzarsi per creare un network proprio.
Nel luglio 1982 viene infatti presentato, in pompa magna :

Fonte : Newslinet.it (1)
(1)