Emittente nata nel 1978 con sede in radio via Gramsci 47 a Segrate per iniziativa dei fratelli Ignazio e Savino Ciulla.
All’inizio sono solo “Prove tecniche di trasmissioni” poi nel giro di un paio di mesi amplia il raggio di emissione diventando superegionale da Segrate sugli 88.500 (successivamente anche dai 92,300 mhz) e si evidenzia per il programma dei fratelli Lojacono sulla musica napoletana e per la musica a richiesta, nonchè per i programmi condotti da Niki Rovati (al secolo Nicola Massimo Tedeschi).
"Free Music - ricorda Niki Rovati - si era allargata grazie a un ripetitore in Valcava.
Io trasmettevo il pomeriggio ( ascolta (2) )e ricordo che ci chiamavano dalla Svizzera, ma non riuscivano a sentirci in Milano città.
Per la zona sud-ovest di Milano io con Radio Free Music contesi gli ascolti a Nicola Savino , ai tempi a , lui ha avuto più fortuna e meritata, ovvio.. ma ai tempi avevo più ascolti io (e lui lo sa)".
Nel 1989 Radio Fee Music risente dell’imminente legge sulla radiotelecomunicazione, cede la frequenza maggiore a Radio Maria riducendo il raggio d’ascolto a locale come agli albori e nel giro di pochi mesi chiude.
Fonte : Storiaradiotv (1) .

Dal sito di Claudio Alberto Francesconi (non più in linea), in arte Claudio One :
... nel Gennaio 1981 ero approdato a Radio Free Music di Segrate dove conducevo due programmi molto diversi fra loro : la Domenica dalle 12.00 alle 14.00 proponevo musica soft con dediche e richieste, mentre il Giovedì dall 22.00 alle 23.00 il rock era il protagonista assoluto.
Nella primavera del 1982 venivo invitato a rappresentare Radio Free Music nella trasmissione di Telelombardia "Speciale Dj" condotta da Tom Carostella (leggi Ondativù Luglio 1982).
Si trattava di una sfida fra dj in cui bisognava rispondere con prontezza a quiz su temi musicali, per poi esibirsi al mixer con i classici due piatti del giradischi.
Superato il primo turno nella puntata del 3 Maggio, il 28 Giugno partecipavo alla semifinale, classificandomi tra i 16 finalisti su 64 concorrenti di tutta la Lombardia.
Con beata incoscenza, partivo poi per le vacanze al mare e tuttora ignoro la mia posizione finale fra quei sedici !!!

All' allegato (3) Max Pagani racconta gli inizi della Radio (tratto dalla trasmissione Radiofenomeni di Franco Lazzari su )
(1) (2) (3)